• testata 3
  • testata 3
  • testata 3
  • testata 3


















Home Pittura Scultura Intarsio Mosaico Racconti
RACCONTI
E se forte è stata la passione per i colori della pittura e del legno, il desiderio di raccontarsi ha suggerito al suo animo, nel periodo dal 1991 al 2011, di fissare su carta i suoi stati d'animo.
 
Assaggi d'Autore
 
 

 
 

Il bello è... di esserci
"...poichè sapevo che non c'erano molti mezzi a disposizione, sono arrivato davanti alla Squadra Rialzo Lamasinata...
... L'ho guardata con riluttanza, perchè alla prima lettura, non la scritta, ma il complesso in generale mi risultava "SQUADRA RIALZO L'ASINARA"... quelli che avevano ideato tutta la costruzione sicuramente, prima di fare i primi schizzi sulla carta avranno visto, anzi rivisto, il film "Fuga da Alcatraz"."

 


 
 

Un cielo dipinto di nero
"...A pochi minuti dall'arrivo del treno, artista invisibile tra gli astanti, con la tavolozza piena di colori pronti per essere anch'essi trasportati a destinazione e, con il pennello intriso di colore, comincio a tracciare idealmente quelle prime emozioni...
...I pennelli non possono avere in questo momento tanta fantasia, ma ecco che sono scossi dalle urla dei presenti, poichè anche loro hanno intravisto quel giovane che, mentre la gente era intenta a scendere, ha scippato dal collo di una di quelle donne un insignificante gioiello d'oro o forse un ricordo più che materiale del proprio caro defunto..."

 


 
 

L'occhio del cuore
"...Signori, in carrozza: si parte! Era la voce dell'Onnipotente che dava il via al treno che corre sui binari della vita di quel pargolo nato in quel momento, partito per una destinazione predestinata... per salire su di un'altra carrozza che segnava la maturità, la piena responsabilità, dove niente era dovuto, ma si doveva conquistare guadagnandosi la stima per il lavoro effettuato e spesso sgomitare con gli altri per aggiudicarsi nuovi traguardi...
...Beppi si gira richiamato dalla voce dei suoi cari che gli augurano buon compleanno per i suoi "sessant'anni" raggiunti e, prima di iniziare a sognare ancora, con l'OCCHIO DEL CUORE rivolto all'Onnipotente, pensa: - Viva Dio, già sessanta ed il treno va!!!"

 

il graffio del gatto
 
 

Il graffio del gatto
"...Micio vive con noi dall'agosto 2000 portato da nostra figlia per le ferie estive.
E' diventato per me l'amico gatto... Per effetto del suo pelo bianco-nero gli dicevo:
- Sei come Lapo Elkann della famiglia "Agnelli", azionista della Juventus, solo che tu sei Lapo Elgat della famiglia "Felini"...
Si è lanciato con uno scatto mordendomi la mano affondando i suoi 4 denti aguzzi nella carne... e in un baleno sono tornato con la mente ad un altro graffio subìto da un attacco morale ventuno anni prima.
...Ero al fianco della bara e di fronte avevo mio padre che spesso piangeva, si disperava, io non avevo lacrime, le ultime le avevo versate in macchina...
...In quel momento, poichè non ci è permesso scegliere la cornice per il nostro destino, ma tutto ciò che mettiamo dentro è nostro, si chiudeva per me un'altra storia... con il viso rigato dalle lacrime ho avuto la forza di pensare:
- Ciao Micione, amico mio gatto!"

 

Dio fuori le mura
 
 

Dio fuori le mura
"... Le navi con gli esuli, che portavano via le masserizie più importanti e i loro ricordi più cari, cominciavano a partire da Zara, sia per Fiume al nord sia per Spalato al sud..."
 
"... Pur essendo i miei genitori, in special modo mia madre, contenti di essere di nuovo con genitori e fratelli, il pensiero era sempre in viaggio per il meridione d'Italia, anche perchè si mormorava di spedizioni punitive che i titini ancora infliggevano agli italiani, in special modo agli ex-militari che ancora risiedevano a Zara e questo, spesso, dava loro sussulti di paura..."

 

Il bianco della bandiera
 
 

Il bianco della bandiera
"... su di un torrione del castello lì vicino, una bandiera tricolore che viene mossa dalla brezza del mare e che profuma di patria, non una nuova patria ma la stessa sul cui suolo il bimbo e la sua mamma sono nati, mentre il papà riassapora in questa l'aria della provincia natia."

 
"... e così sul bianco delle bandiere ammainate sui feretri, dal cuore di tutti gli italiani onesti venivano aggiunti i loro nomi e quelli degli uomini della scorta, a ricordo del loro martirio."

 

 
 
 
 
 
Prossime Mostre

 
ulteriori informazioni
Ultimi Aggiornamenti
 
8 marzo 2016: inserito "Il bianco della bandiera"